Il Giudice ha disposto una CTU sulle nostre capacità genitoriali. Cos’è e cosa succederà?

CTU significa Consulenza Tecnica d’Ufficio. Il Giudice, quando ritiene di dover approfondire la conoscenza della situazione della famiglia prima di emettere una sentenza, può decidere di nominare un suo ausiliario esperto in materia (il Consulente Tecnico d’Ufficio, appunto) per indagare su quanto gli viene chiesto dal giudice, in questo caso sulle vostre capacità genitoriali. La richiesta di una CTU può anche avvenire da una delle parti in causa o da entrambe le parti, sta al giudice assecondare o meno questa richiesta. In questo caso il CTU è uno psicologo- psicoterapeuta oppure psichiatra o neuropsichiatra- psicoterapeuta con formazione ed esperienza in psicologia giuridica. I vostri avvocati potranno nominare a loro volta dei CTP (cioè dei Consulenti Tecnici di Parte) che affiancheranno il CTU nelle operazioni peritali.

Ma che cosa accadrà?

Verrà stilato un calendario di incontri congiunti o individuali per i genitori e in questi incontri verrà raccolta la storia personale e della coppia fino ad arrivare alla crisi e alla risoluzione del rapporto. Verranno valutate le condizioni del conflitto tra i genitori, la capacità di comunicare in modo adeguato e, soprattutto, la capacità di permettere che il figlio abbia “accesso” all’altro genitore, senza strumentalizzazioni. Il CTU può decidere di sottoporre i genitori ad alcuni test psicologici, nonché di coinvolgere i figli in qualche incontro nel percorso peritale per osservare e valutare le relazioni e i comportamenti tra i membri della famiglia.

E alla fine di questo lavoro?

Il CTU deposita in Tribunale la sua relazione per il Giudice, i CTP ne prendono atto e scrivono le loro osservazioni, integrazioni, controdeduzioni nelle loro rispettive relazioni. Il Giudice prende atto delle valutazioni del collegio peritale e poi, autonomamente, decide cosa disporre per la gestione familiare (tipo di affido, collocamento dei minori, visite del genitore non collocatario, gestione dei turni riguardo ai ponti o alle vacanze, ecc.).

Quanto dura una CTU?

Di solito il Giudice dà come tempo massimo 90 giorni ma, se il Consulente la richiede, può essere concessa una proroga.

Clicca e condividi:

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. OK Voglio saperne di più