L’UCLA, l’Università della California di Los Angeles, ha recentemente pubblicato uno studio che credo essere particolarmente interessante perché, anche se il campione rappresentativo è statunitense e quindi composto da persone con uno stile di vita estremamente orientato al lavoro, penso che per certi versi anche noi italiani ci stiamo avvicinando molto rapidamente a queste dinamiche familiari.

I ricercatori hanno studiato le abitudini che i membri delle famiglie sono inclini a creare nella loro quotidianità osservando per diversi mesi delle coppie millennial con figli. Il dato più rilevante, dal mio punto di vista, è che durante il monitoraggio hanno registrato che queste coppie parlavano l’uno con l’altro 35 minuti a settimana, quindi 5 minuti al giorno in media. Fondamentalmente parlavano di chi sarebbe andato a prendere i figli a scuola e altre questioni logistiche, quindi un’interazione di coppia veramente minima. Inoltre, la sera queste coppie passavano il 10% del tempo nella stessa stanza e il 90% del tempo in stanze diverse. Magari erano impegnati lavorando, stando sui social, facendo i compiti con i figli, ma la disponibilità nei confronti dell’altro era il 10% del tempo a disposizione.

Una rilevazione piuttosto triste. È chiaro che, in queste famiglie, la direzione per i membri della coppia va verso il vivere due vite parallele e l’esito “meno drammatico”, in un modello di vita come questo, è la solitudine.

Ho scelto di condividere questo studio perché le abitudini familiari (i riti o i rituali della famiglia) non sono naturali, non nascono da sole. In generale le persone sono inclini a creare delle abitudini perciò, per evitare di avvicinarci troppo a questo trend statunitense, dovremmo impegnarci a creare dei rituali di connessione emotiva: delle piccole abitudini, momenti che si ripetono con una certa regolarità da dedicare alla nostra coppia, esclusivamente per la coppia.

Clicca e condividi:

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. OK Voglio saperne di più