Il mio avvocato dice che io e il mio ex dovremmo cercare un coordinatore genitoriale per aiutarci a gestire meglio la situazione con i nostri figli, abbassare il livello degli scontri ed evitare di tornare davanti al Giudice o di finire a carico del Servizio Sociale. Io non l'ho mai sentito nominare... chi è?

In effetti il Coordinatore Genitoriale è una figura abbastanza recente nel sistema italiano, ma sta prendendo sempre più spazio come sistema di risoluzione dei conflitti in ambito familiare. Il Coordinatore Genitoriale è un professionista formato e specializzato nella risoluzione alternativa delle controversie tra i genitori. Questo tipo di supporto è rivolto ai genitori separati/divorziati la cui perdurante elevata conflittualità costituisce un rischio evolutivo per i figli. E’ un terzo imparziale che aiuta i genitori altamente conflittuali a mettere in atto la co-genitorialità attraverso il potenziamento e il mantenimento delle decisioni già assunte dal Giudice e di quelle che saranno prese nel percorso di coordinazione genitoriale.

Il Coordinatore Genitoriale aiuta i genitori supportandoli e insegnando loro a prendere decisioni insieme e riducendo i conflitti circa le decisioni ordinarie e straordinarie. Ciò mira a portare ad una riduzione dell’esigenza di intervento del Giudice. Questa figura permettere di prevenire, se coinvolto nella fase iniziale dei procedimenti di separazione, il coinvolgimento successivo dei Servizi Sociali.

IL COORDINATORE GENITORIALE E’ NEUTRALE RISPETTO LE PARTI, IL SUO FOCUS SONO I BISOGNI DEL BAMBINO PARTENDO DAI PUNTI DI VISTA DEI GENITORI E DELLE PERSONE DELLA SUA RETE FAMILIARE E SOCIALE.

Viene sottoscritto un contratto col consenso informato di entrambi i genitori. L’autorità del Coordinatore Genitoriale può derivare da un libero accordo dei genitori (solitamente suggerito dai rispettivi avvocati) o da un incarico del Giudice. In questo caso, a differenza del Mediatore Familiare, il Coordinatore Genitoriale lavora in stretta collaborazione con il Giudice inviante che attribuisce facoltà di intervento sulle decisioni che riguardano i minori, pur auspicando la risoluzione delle controversie a livello extragiudiziario.

Clicca e condividi:

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. OK Voglio saperne di più