Maria: io sono così, mi impegno in tutto quello che faccio, cerco di far andare bene le cose e mi piace aiutare gli altri. Non faccio mancare nulla ai miei figli e cerco di assecondare le richieste della mia famiglia anche se personalmente preferirei qualcos’altro. Però mi sento sola, come se nessuno pensasse a me (piange). Credo che sia sempre andata così… anche da piccola a casa mia mi sentivo così e, se ci penso, anche quando ero giovane cercavo sempre di assecondare e compiacere le mie amiche...

Che cosa ti fa pensare questo?

Maria: Che io non sono importante per gli altri. Continuo a fare e a dare e poi loro mi deludono sempre. Come se da sempre pensassi che forse prima o poi tutto questo verrà fatto per me… ma non succede, anzi mi sento davvero sola e arrabbiata…

Questo è un pattern relazionale che osservo spesso in studio. Molte persone soffrono perché continuano a farsi in quattro per gli altri nell’attesa di ricevere qualcosa in cambio. Il tempo passa e per loro non succede niente, sentono di non ricevere niente e la frustrazione si accumula fino a portarle ad avere frequenti scoppi di rabbia e a sentirsi depresse e disorientate. La psicoterapia, in questi casi, aiuta a dare senso a queste modalità relazionali, a riconoscere i bisogni di sicurezza e accettazione che sottendono questi comportamenti fino a trovare un nuovo equilibrio interiore e un nuovo modo, più adattivo, di vivere le relazioni importanti.

Clicca e condividi:

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. OK Voglio saperne di più