Numerosi studi sullo sviluppo dell'autonomia nei bambini hanno evidenziato che il cambiamento dell'ambiente urbano ha ostacolato non poco un sano e corretto sviluppo di alcune competenze di base. Il fatto, per esempio, che un bambino non possa semplicemente uscire a giocare ma debba essere accompagnato fuori a giocare, implica una diminuzione delle sue possibilità di sviluppo. Se un bambino non può uscire di casa da solo a giocare con i suoi amici, non potrà scaricare le sue energie fisiche così come è necessario e aumenterà il rischio di sovrappeso. Il non poter uscire di casa da solo sembra essere correlato anche a disturbi dell'attenzione e dell'iperattività e al ritardo nello sviluppo di copetenze sociali di cui avrà bisogno nella vita, nonchè al ritardo dello sviluppo della percezione del rischio...

Alcuni studi sembrano evidenziare che la vera ragione che impedisce ai genitori italiani di concedere l'autonomia ai loro figli sia la paura, indipendentemente dal reale pericolo e dalle condizioni ambientali, mentre sembrerebbe che i bambini delle famiglie straniere residenti in Italia godano di un'autonomia significativamente più alta di quella dei bambini italiani. E' stato rilevato, per esempio, che i bambini che vanno a scuola da soli: a)  conquistano autonomia anche nelle attività del pomeriggio; b) si fanno carico in forma più autonoma delle operazioni preparatorie familiari come svegliarsi, lavarsi, vestirsi, fare colazione e prepararsi per la scuola; c) sono più puntuali a scuola; d) sviluppano una conoscenza spaziale del quartiere significativamente più alta di quelli accompagnati a piedi e ancor più di quelli accompagnati in auto; e) hanno un livello di attenzione per tutta la durata della mattinata scolastica significativamente più alto rispetto a quelli che vengono accompagnati in macchina; f) da adolescenti sviluppano un minore senso di solitudine.

Riferimenti bibliografici: - Rossotto A. e Tonucci F. (2002) "Freedom of environmental knowledge in elementary school children", Journal of Environmental Psychology, 22, 65-77. - Prezza M., Alparone F.R., Renzi D., Pietrobono A. (2010), "Social partecipation and independent mobility in children: the effects of two implementations of "We Go to School Alone", Journal of Prevention & Intervenmtion in the Community, 38, (1), 8-25. - Vinther D. (2012), "Children who walk to school concentrate better", ScienceNordic.com

Clicca e condividi:

Questo sito fa uso di cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione. Accettando questa informativa dai il consenso al loro utilizzo. OK Voglio saperne di più